Consulenze

Consulenze

Cos’è ed a cosa serve la Consulenza Legale?

La consulenza legale è il primo strumento attraverso il quale si incontrano Clienti ed Avvocato ed è quella che determinerà le strade percorribili, se in via preventiva come mezzo per elidere futuri conflitti/problemi, se in via alternativa all’azione giudiziaria oppure se in via giudiziale attraverso lo svolgimento di una causa dinanzi l’Autorità Giudiziaria e, dunque, in Tribunale.

Questo vuol dire che andare dall’Avvocato per una consulenza non significa intraprendere necessariamente una causa giudiziaria, infatti, quando si contesta un danno o lo si subisce oppure, ancor prima, lo si teme, ci saranno sempre delle potenziali alternative da considerare, ossia, andare direttamente in giudizio, tentare la risoluzione stragiudiziale o, ove possibile, prevenire l’evento dannoso.

Per far cessare alcuni comportamenti che recano pregiudizio spesso è sufficiente una diffida dell’avvocato con richiesta risarcitoria. Qualora la violazione proseguisse, la stessa diventerà propedeutica alla futura azione giudiziaria. Ciò significa che il ruolo del consulente legale non si limita alla causa legale, anzi, l’esperienza in anni di esercizio della professione dimostrano che le soluzioni raggiunte stragiudizialmente spesso non potrebbero essere raggiunte in anni di contenziosi.

Consulenza legale o parere legale, quali le differenze?

Generalmente la consulenza legale è un servizio che viene prestato oralmente ed i vantaggi sono legati al fatto che durante il consulto il Cliente può porre istantaneamente tutte le domande del caso ed avere risposte immediate. Il parere legale invece di norma è scritto ed il vantaggio rileva nell’avere un documento con tutti i pro e i contro sulla questione legale posta e le possibili strade da intraprendere con possibilità di sottoporlo a terzi quando necessario (ad esempio a società, istituti di credito, agenzia delle entrate, ecc.)
E’ sempre possibile chiedere che la consulenza legale resa oralmente possa essere riassunta per iscritto, trasformandosi dunque in parere scritto.

Competenza e chiarezza.

Il consulente legale segue i Clienti in specifici affari, li sostiene in occasione di eventi problematici in ambito giuridico per favorire rapide soluzioni e, a scopo cautelativo, quando ciò è possibile, offre rimedi per prevenirli. La consulenza legale infatti è una preziosa risorsa se utilizzata a scopo preventivo, anticipando situazioni negative prima del loro verificarsi. Uno dei principali ambiti nei quali sorgono controversie sono certamente i contratti. Non tutti sapranno che i contratti non sono soltanto quelli scritti, ma anche quelli stipulati oralmente nei casi in cui la legge gliene dà valore. Questi ultimi hanno validità a tutti gli effetti se dimostrata la loro esistenza, ad esempio, attraverso una quietanza di pagamento, una lettera non contestata, un accordo via sms, una registrazione telefonica e ogni altro mezzo attraverso il quale è possibile rintracciarne la sussistenza. Il consulto del legale finalizzato ad avere pareri su come muoversi preliminarmente e, nei casi opportuni, la stesura di contratti da parte dello Studio legale con lo specifico inserimento di specifiche clausole a tutela del Cliente, riduce la possibilità di dover intraprendere cause giudiziarie per vedere confermato un proprio diritto nascente da contratto o di essere chiamato in causa per la sua conferma o disconferma in favore di altri o, quantomeno, riduce i rischi connessi ad un’azione legale comunque intrapresa.

Al giorno d’oggi, altri settori in cui la consulenza preventiva può rivelarsi salvifica è nei casi di pre-indebitamento, sia di persone giuridiche che fisiche. Infatti, adottare misure volte a scongiurare il personale o familiare sovraindebitamento e lo stato di decozione da parte delle imprese, è fondamentale. Monitorare l’equilibrio economico attraverso azioni volte ad uscire da stati di pre-crisi e ancor prima evitando azioni rischiose e/o omettendo altre che possano comunque arrecare danni, è decisamente una mossa intelligente, oltre che prudente, per non incorrere in problemi che, se non evitati per tempo, possono diventare insanabili e portare a dissesti irreversibili, come nei fallimenti di società, o stati di serie difficoltà economiche in caso di crisi da sovraindebitamento personale e familiare. Questi sono esempi in cui la consulenza legale preventiva ha l’obiettivo di tutelare il business imprenditoriale o il buon andamento economico familiare.

Un altro esempio di consulenza legale preventiva, ad oggi, è senza dubbio quella volta all’adeguamento delle attività aziendali alle norme di Compliance dettate dal D.Lgs. 231/2001. In questo caso la redazione di modelli organizzativi di gestione (MOG), a norma di legge per l’Impresa Cliente, hanno anche il precipuo scopo di prevenire serie sanzioni di carattere penale che possono impattare grandemente a livello economico. Va sottolineato, infatti, che i modelli dettati dal D.Lgs. 231/2001 non sono obbligatori ma in caso di commissione di reati societari, l’assenza di modelli organizzativi di gestione o la presenza di modelli non adeguati, comporta la condanna della società al pagamento di multe di notevoli entità, a volte tali da compromettere la vitalità stessa dell’azienda. Medesimo scopo preventivo hanno gli adeguamenti al GDPR, in questo caso obbligatori per legge, ai quali non sfugge più nessuno, dalle società per azioni fino alle ditte individuali.

Allora nel dubbio perché non rivolgersi al consulente legale ed ottenere un consulto rapido e risolutivo? Una consulenza ha un costo certamente minore sia a livello economico che in termini di tranquillità.

Ancora oggi troppo spesso si tende ad evitare di rivolgersi al consulente legale per via dei costi e perché, fintanto che non si palesa un problema potrebbe apparire inutile. Ci si affida a professionisti non esperti in materia, al parente o all’amico, senza mettere in conto che un buon consulto legale può efficacemente favorire l’anticipazione di problemi legali seri ed economicamente molto più gravosi rispetto al costo di una consulenza. Il consulto legale è un’attività seria e una mossa intelligente che non vincola il Cliente ma potrebbe rivelarsi una preziosa opportunità per uscire agevolmente da situazioni spinose o addirittura per evitarle.